Quaderni del Majorana

quaderni
del
majorana
Vai ai contenuti

Menu principale:


Le ragioni di una rivista: scuola e territorio

di Tiziana Brindisi


L’I.I.S.S. “Ettore Majorana” nasce, nella sua attuale composizione, nell’a. s. 2015-16. È infatti a partire da Settembre 2015 che, per effetto di dimensionamento definito dal Piano regionale dell’Offerta formativa, sono stati accorpati il Liceo scientifico e delle Scienze umane e l’Istituto professionale per l’agricoltura.

Sin dall’inizio questa comunità scolastica ha operato nell’ottica di una piena e completa integrazione delle due anime che la costituiscono, nel rispetto, comunque, delle loro specificità e vocazioni.

Anche il tema del convegno, realizzato nel marzo 2016, è stato scelto e definito sulla base di questo impegno progettuale che l’istituto si è posto, a dimostrazione del fatto che è possibile, e direi doveroso, coniugare la ricerca teorica condotta in chiave letteraria, antropologica, storica, sociologica, con azioni concrete rivolte all’aspetto produttivo ed economico, attente ad un discorso di conoscenza e valorizzazione delle risorse del territorio e ad una politica ambientale che si faccia promotrice di sviluppo nel contesto regionale.

Le pubblicazioni, che sono state oggetto di studio e riflessione da parte degli alunni di tutti e tre i corsi di studio, sono significative e rappresentative delle diverse prospettive di lettura del nostro territorio.

I “Quaderni del Majorana” sono la naturale prosecuzione di questo progetto di costruzione dell’identità dell’istituto, ma nascono anche nella prospettiva e con l’auspicio di poter avviare una riflessione in collaborazione con altre scuole del nostro contesto territoriale che, con i loro contributi in termini di articoli, recensioni, commenti sui temi che di volta in volta saranno oggetto di approfondimento nel nostro bollettino semestrale, vorranno, insieme a noi, dar vita ad un dibattito aperto, coinvolgente e stimolante, sulle prospettive di sviluppo di questa regione, anche al fine di promuovere nei nostri alunni l’esercizio di una cittadinanza attiva e responsabile.




Torna ai contenuti | Torna al menu